Ott 19, 2014 - salute    No Comments

L’Epidemia del Virus Ebola, la più violenta mai registrata nella storia, ormai spaventa tutti i Paesi del mondo compresi gli Stati Uniti

una-suggestiva-immagine-del-virus_94971“L’Epidemia del Virus Ebola, la più violenta mai registrata nella storia, ormai spaventa tutti i Paesi del mondo compresi gli Stati Uniti. Eppure i sintomi di quello che stava per succedere erano chiari: già in aprile 2014 i membri della nostra Commissione sanità avevano studiato e capito la pericolosità del virus ebola e la potenziale epidemia che stava nascendo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità pensava si sarebbe esaurito tutto in pochi mesi con poche centinaia di morti. E invece siamo arrivati ad ottobre 2014 con 4500 morti e 9000 nuovi contagiati e le stime dicono che per dicembre arriveremo a 10.000 contagi a settimana.
Negli Stati Uniti vi sono già dei casi di contagio ed in Europa ulteriori casi, dopo quelli di Spagna e Germania, sembrano inevitabili. E intanto il Governo Italiano procede a rilento, seguendo a ruota gli altri stati per i protocolli di emergenza, ma senza introdurre nessuna misura eccezionale, né prendendo alcuna iniziativa per cercare di prevenire un possibile disastro. Il Ministro Lorenzin, riferendo al Senato in pratica ha detto che possiamo solo aspettare e sperare confidando che i protocolli vengano rispettati e che nulla vada storto in caso di italiani contagiati.
Peccato che proprio in queste ore ci arrivano delle preoccupanti segnalazioni dall’ospedale Spallanzani di Roma, uno dei due centri Italiani destinati alla gestione di una possibile emergenza Ebola. Vi sono gravi carenze nella preparazione del personale (che non faceva esercitazioni da anni) e nella quantità insufficiente del materiale di protezione!
Invece il MoVimento 5 Stelle agisce: dopo la notizia che il virus potrebbe essere contagioso anche nel periodo di incubazione (cosa che renderebbe inutili tutti i protocolli), ha deciso di organizzare un incontro con i vertici del laboratorio IRBM di Pomezia, all’avanguardia nel mondo sulla ricerca di un possibile vaccino in fase di sviluppo e di sperimentazione. Perché il Governo, dall’alto della sua posizione privilegiata, non si attiva e non cerca di aprire un tavolo con i vertici della Glaxo (proprietaria del brevetto) per ottenere un’esclusiva o almeno una convenzione per i propri operatori? Perché mentre tutti i Paesi sono in allerta, i nostri media non riportano notizie chiare e non viene fatta un’informazione sul virus Ebola ai cittadini? Per la sua posizione geografica l’Italia è uno dei Paesi più a rischio per l’Ebola. Dopo mesi passati a sottovalutare il problema non possiamo più aspettare: dobbiamo agire adesso”.
M5S Senato

Ps: Le uniche votazioni valide degli iscritti certificati del M5S sono quelle che avvengono all’interno del Sistema Operativo del M5S. Non esistono altri siti o piattaforme riconducibili al M5S e ai suoi iscritti.

Dal blog di Beppe Grillo

Ott 17, 2014 - la tua parola    No Comments

Associazione Arcigay Agorà Pesaro-Urbino

10415731_723653021030871_2257999148365121019_nPESARO – Domenica 5 ottobre si è tenuta una veglia di “Sentinelle in piedi” anche a Pesaro, in Piazzale Lazzarini, alle ore 18. Gli attivisti del movimento si sono inquadrati nella consueta formazione a scacchiera in silenzio, leggendo dei libri per manifestare contro il Ddl Scalfarotto e la propaganda “gender” nelle scuole, in difesa della libertà di espressione e della famiglia naturale.”
Le cosiddette “Sentinelle” dicono di voler difendere la famiglia “naturale”, ma in realtà pongono un pesante velo di omofobia per ostacolare il lungo processo della legislazione italiana che, anno dopo anno, nonostante i poteri vaticani, sta cercando di prendere in considerazione disegni di legge che aiutano ad avere pari diritti di fronte alla legge anche le famiglie omosessuali, monoparentali, diversamente composte, insomma i vari tipi di famiglie che esistono al mondo. Ne abbiamo parlato con l’Associazione Arcigay Agorà Pesaro-Urbino.

D. Avete partecipato anche voi alla veglia di “Sentinelle?”

R. Come associazione abbiamo deciso di non partecipare a contromanifestazioni per non dare visibilità indiretta a un gruppo del tutto marginale sia politicamente che numericamente. Il portavoce delle “Sentinelle” che hanno manifestato a Pesaro è infatti il coordinatore regionale di Forza Nuova, e almeno una buona parte di loro sono attivisti di estrema destra.

D. Il 7 ottobre il ministro Angelino Alfano ha posto uno stop alle registrazioni delle nozze gay fatte all’estero, nonostante siano già molti i sindaci che hanno dichiarato di essere a favore a tali registrazioni. Cosa ne pensate?

R. La circolare è solo un contentino alla parte conservatrice e reazionaria della società, fatto dall’esponente di un partito non eletto dai cittadini. È anche un provvedimento che dimostra una certa incompetenza giuridica, in quanto non spetta ai sindaci o ai prefetti l’annullamento delle trascrizioni già fatte, ma solo a un giudice. Siamo comunque molto soddisfatti per le prese di posizione dei molti sindaci che si sono ribellati; anzi, la circolare di Alfano ha avuto finora solo l’effetto di aumentare il numero di comuni che trascrivono le nozze gay.

D. A tale proposito qual è la presa di posizione del sindaco di Fano?

R. Il sindaco Seri ha affermato che non annullerà la trascrizione di Fausto ed Elwin. Anche il sindaco di Pesaro Ricci si è espresso sulla questione, dichiarandosi disponibile a trascrivere dei matrimoni gay nel caso in cui venisse presentata richiesta al comune. A questo proposito, chiediamo al sindaco di non aspettare che una coppia faccia richiesta, ma di predisporre un atto ufficiale come hanno già fatto alcuni comuni quali Bologna e Napoli.

D. Cosa consente alla coppia la trascrizione di un matrimonio celebrato all’estero?

R. La trascrizione del matrimonio nel registro di stato civile ha funzione certificativa, cioè risponde a esigenze di pubblicità e non incide sulla sua validità in Italia. Così come evidenziato dagli avvocati di Rete Lenford, essa è utile, perché permette alla coppia sposata di ricorrere in sede giudiziale per chiedere il riconoscimento di singoli diritti derivanti dal loro status coniugale.

D. Pensate che il governo possa assumere iniziative in tempi brevi che consentano di favorire rapidamente l’adozione di soluzioni legislative adeguate?

R. Finora il governo Renzi si è dimostrato molto cauto sulla questione. In realtà nel parlamento attuale si potrebbe trovare rapidamente una maggioranza favorevole all’estensione del diritto al matrimonio anche alle coppie gay e lesbiche, ma fintanto che Alfano e il NCD avranno potere contrattuale nel governo, è improbabile che questo abbia interesse ad affrontare seriamente la questione e ad arrivare velocemente a una soluzione almeno dignitosa. L’Italia ha ormai accumulato un fortissimo ritardo rispetto agli altri paesi occidentali per quanto riguarda i diritti delle coppie omosessuali. Troviamo molto triste che proprio nei giorni in cui negli Stati Uniti la battaglia per il matrimonio egualitario sta vincendo, in Italia si faccia di tutto per non affrontare finalmente la questione e dare pari diritti a tutti i cittadini.

Rosalba Angiuli

Nella foto, tratta da Facebook, Fausto ed Elwin, Fano 30 maggio 2014

Ott 15, 2014 - musica    No Comments

Tropical è il titolo del nuovo singolo dello storico cantautore, paroliere e polistrumentista piemontese Paolo Conte

Questa canzone ha anticipato l’uscita di Snob, quindicesimo album dell’artista che ha visto la luce il 13 ottobre, e che ha fatto seguito a Nelson uscito nel 2010.

snobL’inedito è in rotazione radiofonica dallo scorso 26 settembre, ed è accompagnato dal video ufficiale rilasciato il 7 ottobre nel suo canale Youtube.

Un filmato con atmosfere che ci fanno fare un salto negli anni ’50, quello che potete vedere in apertura articolo. Il video è stato girato nel Salento, esattamente a Collepasso dentro il CircoloArci Kronos.

La clip è stata diretta da Fernando Luceri e prodotta da Zero Project di Salvatore Caracuta, e gli attori protagonisti sono tutti salentini: Luigi Urru, Fausto Romano, Daniele Zizzari, Maria Rosaria di Lecce, la Ragtime BuBu Band e Simone Vitale della scuola del “Balletto di Lecce” sono i protagonisti del filmato, molto apprezzato da Conte.

In occasione dell’uscita del nuovo lavoro, l’artista inizierà a fine ottobre una tournee che toccherà le principali città italiane ed europee.

Si parte sabato 25 ottobre dal Teatro Galleria di Legnano (MI) e si prosegue a Bologna il 30 e il 31 ottobre. Ecco le restanti date:

9 Novembre 2014 Munchen(D) Philarmonie
11 Novembre 2014 Barcelona(E) Auditori
20 Novembre 2014 Parma Teatro Regio
27,28,29 Novembre 2014 Milano Conservatorio Verdi
4,5,6 Dicembre 2014 Roma Teatro Sistina
26,27 Gennaio 2015 Paris (F) Le Grand Rex
27,28 Febbraio 2015 Amsterdam Theater Carré
14 Marzo 2015 Frankfurt (D) Alte Oper
16 Marzo 2015 Vienna (A) Konzerthaus
30 Marzo 2015 Genova Teatro Carlo Felice

Conte salirà sul palco insieme ad un team composto da dieci elementi ovvero: Nunzio Barbieri (Guitar – Electric Guitar), Lucio Caliendo (Oboe – Bassoon – Percussions – Keyboard), Claudio Chiara (Alto Sax – Tenor Sax – Baritone Sax – Flute – Accordeon – Bass – Keyboard), Daniele Dall’Omo (Guitar), Daniele Di Gregorio (Drums – Percussions – Marimba – Piano), Luca Enipeo (Guitar), Massimo Pitzianti (Accordeon – Bandoneon – Clarinet – Baritone Sax – Piano – Keyboard), Piergiorgio Rosso (Violin), Jino Touche (Double Bass – Electric Guitar), Luca Velotti (Soprano Sax – Tenor Sax – Contralto Sax – Bariton Sax – Clarinet).

Di seguito potete leggere le parole che compongono la canzone battezzata Tropical.

https://it.search.yahoo.com/search?fr=mcafee&type=B110IT0D20140710&p=tropical+video+paolo+conte

Testo Tropical – Paolo Conte
Tropical
le parole bastavan da sole
a descriverti il regno del sole
del frastuono bluette
tropical
tropical
tropical
tropical
tropical
eran le ultime sambe degli anni ’50
e noi giù
sotto la nordica pallida Europa
un poco più giù
confidenzial
fregatura total
illusional
come il gerovital
altre stagioni
altra storia virtual
nella scusante del monumental
tropical
tropical
anzi subtropical

Sulle terrazze di notte
l’estate italiana un via vai
intellettuali e matrone parlavano d’arte ma ormai
artificial
tentativo glacial
subliminal
tentazione ambiental
usa l’estate il sorriso abitual
le gira intorno un pensiero autunnal
tropical
tropical
tropical
tropical

Ott 15, 2014 - poesia    No Comments

Ma….

10338789_10203728069232610_1636032481129589035_nMa….
Magari mi ripeto troppo,
e forse tu lassù
preferisci ascoltare Celentano in cuffia
e non mi senti nemmeno,
ma sono sempre io,
Rosy,
anche se i miei capelli sono più corti ed hanno cambiato colore,
se ho meno voglia di sorridere,
e non vedo un futuro.
Ma….. mai dire mai.
In fondo dentro di me sono rimasta quella ragazza dal maglioncino giallo,
e dal mongomeri arancione,
fresca di studi,
che hai conosciuto alle cinque della sera…. in piazza Minghetti a Bologna,
e poi, dopo, la patita dipendente di Pesaro,
che non vedeva l’ora di prendere l’A14 con armi e bagagli,
per cullarsi sull’onda del mare,
e rimanere legata ad un granello di sabbia,
seguendo il volo dei gabbiani.
Sono quella pazza che intrecciava i fili della nostra vita
e, a seconda del momento,
era volubile o vulnerabile.
Ricordi?
Ero sempre in ritardo,
e avevo mille ritmi da seguire,
la famiglia,
la casa,
il lavoro,
le vacanze……
E mi lamentavo perchè non mi aiutavi mai…..
Spesso ero quella che diceva che sarebbe fuggita via,
magari in cima al mondo,
con una piccola Ka azzurra,
ma che tu tenevi incatenata.
Poi, improvvisamente, in un algido giorno di gennaio
il destino ha modificato il quadro.
Stranamente non ti ho più trovato.
Proprio tu…..
sei stato rapito…..
dalla notte…..
e mi hai lasciata incredula a cercarti nel buio,
in attesa di vederti riapparire,
di sentire la tua voce.
Adesso capisco gli errori fatti,
ma il treno del ritorno è stato cancellato
già da anni
Come vorrei che mi raccontassi l’epilogo della tua favola
che non conosco ancora
e che narra di quel famoso viaggio,
descrive il bosco dove ti sei perso,
ed il lupo cattivo che ti portato via.
Credo che avrai avuto paura,
ma adesso sei tranquillo
nel tuo rifugio,
tra le colline romagnole,
davanti alla rocca,
lontano dal mare,
o più in alto….
chissà….
Ricordo che dopo un po’ tempo dalla tua partenza c’è stato un temporale
e poi l’arcobaleno.
Sì ho capito,
era una tua maniera per abbracciarmi
e per dirmi che nonostante tutto
ci saresti sempre stato
con i tuoi giornali,
il tuo Bologna,
la tua collezione di monete,
il tuo vino preferito,
le tue manie,
le tue discussioni,
e….. con le tue amate scarpe.
Buffo no?
Con le tue scarpe sulla vetta del mondo.

Rosalba Angiuli

Ott 13, 2014 - GIORNO E NOTTE    No Comments

Il brodetto dell’Officina delle Erbe

104-copiaPESARO – La novità davvero ghiotta è stata quella di oggi, domenica 12 ottobre. Per il secondo fine settimana Gabriele Alessandroni e Angela Azzi, che hanno vinto il bando del Comune di Pesaro per la gestione del luogo fino a gennaio e che già sono gestori del ristorante la Grotta di Barbarossa a Candelara, hanno scelto di offrire un brodetto, a base di pesci dell’Adriatico, da Guinness dei primati che sarà cucinato in un pentolone di due metri di diametro.

Si è trattato di uno street food di qualità con un piatto tradizionale amato da tutti che è diventato il protagonista del pranzo di domenica 12 ottobre alle Officine delle Erbe.

Il cibo è diventato vero e proprio spettacolo, infatti dalle 11 i gestori hanno preparato un brodetto in versione cibo di strada assieme a paccheri al sugo di pesce, in un pentolone di 2 metri di diametro, posizionato su un’area fuochi di tre metri per tre. Sono stati preparati e serviti oltre 100 brodetti e 15 kg di pasta (al costo di 18 euro a porzione: brodetto e piatto di pasta, bevande escluse, solo brodetto a 14 euro, solo la pasta a 6 euro). Importanti anche i quantitativi di materie prime utilizzati: 50 kg di pesce (coda di rospo, palombo, seppie, crostacei secondo la disponibilità del mercato, gallinelle o tracine); 5 litri di olio; 3 kg di conserva da sciogliere in 15 litri di brodo; ½ litro di aceto; 2-3 cipolle.
Per la preparazione del brodetto quattro le persone al lavoro: due alla pulitura e preparazione del pesce, due ai fuochi per controllare la fase di cottura. Alle 12:00, il Brodetto fumante ha iniziato ad essere servito ai tavoli fino alle ore 15,00.

Rosalba Angiuli

Ott 12, 2014 - info    No Comments

PASTA FRESCA “DA KATJ”

1505042_239111799600557_255875604_n“Nella buona cucina le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici e sono rese magiche dalla fantasia”. Ecco una carrellata di quanto è possibile trovare nel suo laboratorio. Intanto un’ampia offerta di pasta lavorata rigorosamente a mano e con materie prime certificate. Oltre alle classiche tipologie di pasta, vengono prodotte piadine, cascioni, sughi di carne e di pesce, primi da asporto, caldi e freddi, e la“Crescia di Pasqua”. Tra le novità, dedicate ai dolci profumi storici, le crostate ed i soffici ciambelloni appena sfornati, di fronte ai quali la resistenza ai sensi si arrende e ancora plum cake, tiramisu, muffin, torta di mele, zuppa inglese e torta cioccolato e pere. Per chi ha necessità di mangiare senza glutine, Katj ha ideato una linea speciale, riponendo grande attenzione in ogni dettaglio per produrre una pasta terapeutica con le caratteristiche tipiche del più rappresentativo piatto del nostro Paese. Tra i prodotti senza glutine: tortellini, gnocchi, ravioli, tagliatelle, strozzapreti, agnolotti, passatelli, piadina. Ancora, per chi è intollerante al grano bianco o desidera seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, ecco la pasta al kamut, cereale antichissimo antenato del grano duro moderno, ed esempio sorprendente per i vantaggi offerti dai grani puri e non ibridi. Il grano kamut possiede elevati poteri energetici e calorici, fornendo la giusta dieta agli sportivi, ai bambini e a tutte le persone che privilegiano una cucina salutare e dagli equilibri ottimali. Katj ha pensato anche ai più piccoli, per i quali ha ideato la mini pasta (tortellini, ravioli, gnocchi, passatelli), al fine di favorire la deglutizione, ed i mini sughi senza aggiunta di pepe o conservanti, (pomodoro, verdure fresche, ragù di carne, ragù di piselli), riposti in comode vaschette monodose, che possono essere conservate nei freezer di casa. In questo modo viene preservata la qualità e la bontà, elementi assolutamente insostituibili per un pasto sano e delle giuste dimensioni. Questi prodotti sono disponibili tutti i giorni della settimana, ed il giovedì mattina si possono trovare appena preparati e pronti all’uso. E per le feste di compleanno non manca una ricchissima varietà di mini dolci e salati. Per chi vuole fare un elegante omaggio, Katj confeziona“pacchi regalo” ricchi di pasta fresca, sughi o crostate, realizzando confezioni speciali avvolte con carta personalizzata. Inoltre è possibile acquistare in negozio un buono regalo, per donare la libertà di scegliere il meglio della produzione. Infine, chi desidera organizzare una cena, un pranzo, od un evento particolare, potrà farlo con pochi giorni di anticipo, scegliendo tra le proposte quelle più adatte alle proprie esigenze.
Katj aspetta la clientela in via Vincenzo Rossi 106, 61122 Pesaro, e ricorda che il negozio è aperto al pubblico solo la mattina dalle ore 8,00 alle 13,30 (infatti il pomeriggio il lavoro si svolge a porte chiuse), da settembre a maggio tutti i giorni, domenica compresa, a parte il lunedì.
Per prenotazioni: 0721 451242
Per informazioni: 345 2356250
info@dakatj.it – www.dakatj.it

Rosalba Angiuli

Ott 6, 2014 - GIORNO E NOTTE    No Comments

Opera Buffa

1920221_10152274758107329_1896998110_nPESARO – L’Opera Buffa, in via della Ginevra 31, ritorna dopo la lunga pausa estiva e si reinventa. Come? La parola ad Alessandro Guerra.
D. Alessandro, come mai l’idea di un rinnovamento?
R. Da qualche anno ho notato nella città un cambiamento radicale. Per questo ho pensato che era il caso di iniziare ad inventare qualcosa di nuovo. Mentre prima, quando il locale è stato aperto, c’era il discorso aperitivo, e poi il dopocena diventava un proseguo dell’aperitivo, adesso si sceglie, si fa l’aperitivo, o si va a cena, o si esce nel dopocena.Mi sono guardato intorno e, facendo qualche viaggio all’estero, mi sono reso conto che spesso, altrove, lo stesso locale offre opportunità diverse.
D. Quindi?
R. Mi è sembrato il caso di adattarmi a questa tendenza. In questa location ci sono due entità diverse, la parte strada e l’interrato, così ho pensato che, visto l’incremento del consumo di birra, poteva essere interessante sfidare un po’ quello che era il locale Opera Buffa legato al vino e trasformarlo parzialmente in una birreria. E dopo tre mesi di chiusura estiva, ecco modificata la parte sotto.
D. Senza togliere nulla alla parte strada…
R. La parte strada, è rimasta più o meno come era prima, questo per non destabilizzare il cliente abituale. E’ stata comunque potenziata per quello che riguarda il discorso aperitivo, aggiungendo una cena tapas.
D. In cosa consiste questa tendenza?
R. E’ una tendenza che parte dalla Spagna. Praticamente si fornisce un menu di piccoli assaggi, ovviamente di un certo livello, perché i piatti sono elaborati da un cuoco che ottimizza il low cost con la qualità. Il locale fornirà anche questo servizio, oltre a quelli consueti, quali aperitivo, cena e dopo cena, tisane, cocktail, distillati e quanto altro.
D. Ci saranno ancora mostre?
R. Per le mostre mi sto attrezzando in maniera diversa, nel senso che è stato anche reinventato lo spazio strada che prima era tutto libero. Farò qualcosa di estemporaneo, magari solo per qualche giorno, installazioni o performance. Sto cercando di capire in che direzione muovermi e spero, entro ottobre o novembre, di riuscire ad avere qualche prima idea.
D. La parte sotto come è stata modificata?
R. E’ stata dedicata totalmente alla birra, panini di qualità, hamburger con chianina, hot dog, utilizzo di verdure fresche, patate arrosto, ma anche panini per vegetariani, per cercare di accontentare tutte le tendenze. Ci saranno anche 5 piatti tapas a settimana, di cui 2 sicuramente vegetariani, visto che questa è un’esigenza importante in una città molto attenta alle nuove tendenze.
D. Come sono le birre?
R. Di alta gamma e artigianali, le italiane solo in bottiglia, anche perché in Italia per quanto bravi per il discorso spina sono un po’ indietro. Tra le estere, birre particolari come Budvar Ceca, diversa dalla Buvar Americana, Panchipa Scozzese, India Pale Ale, birre molto profumate, leggermente amarognole, e una nuova birra americana Aviator, una tripla a 9 gradi, molto profumata, agrumata, che piace specie alle donne, nonostante la gradazione.
D. Come si presenta la birreria?
R. Con un’identità da vecchia birreria, banco in legno, tavole di legno, angolo per il gioco delle freccette, una dama e una chitarra elettrica, così se qualcuno vuole si può dilettare nel suonare qualche pezzo. Il mio è un discorso di intrattenimento, anche perché negli ultimi anni la gente tende a passare molto tempo nello stesso locale.
D. Dunque l’Opera Buffa si è sdoppiata….
R. Sì, per dare la possibilità di fruire di due locali diversi, uno più classico e l’altro più ludico, più divertente. Con questo mi auguro di fare girare più gente dentro il locale, favorendo il ricambio generazionale senza togliere nulla alla preziosa clientela abituale.

Rosalba Angiuli

Ott 5, 2014 - la tua parola    No Comments

Il guerriero

20140914_120549_resizedPESARO – Il Guerriero si trova in via Mario del Monaco 26, e punta sull’accoglienza, sulla qualità dei prodotti e sulla scrupolosa selezione delle cantine proposte e dei birrifici scelti. Ma parliamo del wine bar con il titolare.
D. Cosa ci racconti di te?
R. Mi chiamo Ivan Filanti, vengo dall’entroterra, Urbino, sono originario di Casinina, un piccolo paesino del Montefeltro e ho 34 anni. Ho aperto questa attività alla fine di maggio, sono sommelier e alogastronomo (ho frequentato corsi appositi regionali e ho vinto anche un concorso), mi occupo di vini, di tutto quello che è il mondo delle birre italiane ed estere, e dei relativi accostamenti con il cibo. Infatti, questa sinergia tra il mondo del vino e della birra e il mondo del cibo è importante.
D. Chi ti aiuta nella tua attività?
R. La mia compagna, che è esperta in cucina e si dedica alla creazione di stuzzicherie sfiziose che proponiamo in tutto quello che facciamo, pranzo, aperitivo, apericena, buffet…
D. Stai attuando dei cambiamenti nel locale?
R. Sì, quello che avevamo realizzato, lavorare prettamente sugli aperitivi e intrattenere la clientela con il karaoke il giovedì e con la musica dal vivo venerdì e sabato, sarà sostituito da altro.
D. Come mai hai interrotto lo spazio musicale?
R. Il Karaoke su Pesaro è stato vietato dall’anno scorso con ordinanza del sindaco, perché era una di quelle attività che creavano un po’ di confusione e di disordine. Per quanto riguarda la musica, l’amministratrice condominiale mi ha riferito di avere avuto delle lamentele da parte dei residenti. In questa zona, infatti, non c’era mai stato un locale del genere, e quindi, nonostante fossi stato pienamente in regola, sia con i permessi comunali per l’intrattenimento musicale fino alle 24, sia con le perizie eseguite da parte di ingegneri tecnici del suono, che hanno eseguito rilevazioni fonometriche specifiche, ho optato per rispettare la tranquillità del luogo e ho ideato dei cambiamenti.
D. Quali?
R. Per il momento il focus è puntato sulla mattina. Proponiamo colazioni un po’ particolari e prettamente artigianali, con plume-cake, muffin, crostate, tutto realizzato dalla mia compagna, specializzata in Cake Design, una pasticceria creativa dove stile e bontà si fondono per dar vita a dolci e torte decorate, una delizia per la vista ed il palato. Il tutto con caffè rigorosamente Pascucci (è del nostro paese, ne abbiamo una certa conoscenza e lo riteniamo di ottima qualità), con il quale mi cimenterò in Art Cafè, caffè e cappuccino decorati.
D. Gli orari di apertura subiranno variazioni?
R. Sì, Andranno dalle 7,00 della mattina fino alle 15,00 comprese proposte di pranzo veloce a prezzi contenuti per chi non va a casa per la pausa. Il pomeriggio, dalle 19.00 alle 20,30 – 21,00, sarà dedicato alle persone del luogo che scendono per gli aperitivi e quelle che escono dagli uffici.
D. Continuerai a proporre vini?
R. Certamente, la sera come aperitivo, o in confezioni regalo, ovviamente i migliori delle aziende agrarie marchigiane, quali: Guerrieri, Terracruda, Lucarelli, Colonnara, Conventino ecc…e champagne Laurent Perrier.

Rosalba Angiuli

Ott 5, 2014 - la tua parola    No Comments

Centro estetico Linea Salute snc

2014-09-11 08.59.14D. Quanti anni di esperienza vanta il centro estetico Linea Salute?

R. Linea Salute vanta almeno 25 anni di esperienza grazie alla quale aiuta la clientela a trovare armonia tra l’essere e il benessere. Questo grazie alla tradizione, alla natura, alla tecnica e all’innovazione.

D. Di che cosa vi avvalete prima dei trattamenti corpo?

R. I trattamenti corpo sono preceduti da un esame computerizzato che, con un impedenziometro, determina la composizione corporea, valutando massa grassa, liquidi infra e extra cellulari, BCM, fabbisogno calorico, eccessi di acqua e grasso. Ciò permette di formulare un programma e di scegliere i prodotti più indicati.

D. E per il viso?

R. Per i trattamenti viso è fondamentale valutare la tipologia di pelle e le sue problematiche. Questo sia per pelli giovani, per mantenere al meglio le loro caratteristiche, che per quelle più mature e che necessitano maggiore cura. Per migliorarne l’aspetto, è indispensabile valutare lo spessore dell’epidermide, la sua idratazione, il livello di disidratazione del derma, il suo tono, la presenza di rughe di espressione, ipercromie e loro origine, determinare i livelli di aging e photoaging, valutare le problematiche circolatorie e il grado di sensibilità della pelle.

D. Cosa fare per eliminare il sovrappeso?

R. E’ essenziale trattarlo nella sua globalità, agendo sulle conseguenze e sulle cause, modificando le abitudini alimentari, praticando attività fisica regolare e usando nuovi trattamenti snellenti proposti dal nostro centro per ritrovare progressivamente e serenamente il cammino della forma e del peso giusto!

D. Cosa proponete per il benessere del corpo?
R. Linfodrenaggio, massaggio connettivale riflesso, decontratturante sportivo, Drenaggio kinesiologico profondo, basato su precetti di medicina cinese, massaggio balinese, massaggio tailandese, riflessologia plantare, peeling e Savonage; è importante attingere dalla conoscenza e l’esperienza di culture che hanno una tradizione del massaggio ben più antica della nostra.

D. Vi occupate anche di ayurveda?

R. Sì, l’ayurveda è la medicina tradizionale utilizzata in India fin dall’antichità, diffusa ancora oggi nel sub-continente più della medicina occidentale. Ayurveda è una parola in sanscrito, composta dalle radici ayur, vita e veda, conoscenza, è “la scienza della vita” che studia il corpo e i suoi equilibri in relazione alla mente e all’ambiente circostante, si occupa dell’individuo a 360° corpo e spirito. Nel nostro istituto pratichiamo antichi rituali di massaggio e trattamento corpo con l’ausilio di oli e erbe medicali.

D. Presso Linea Salute è possibile trovare linee particolari di prodotti?
R. Sicuramente, da noi si trovano i prodotti più adatti alle esigenze personali.
Per il viso abbiamo scelto una linea francese ISTITUT ESTHEDERM, per la filosofia e la qualità dei principi attivi, NEOGLIS per gli alpha idrossiacidi, UNIQA per le vitamine. Per il corpo HERBAL TOUCH per gli oli essenziali, THALGO BEAUTE MARIN per la talassoterapia, AESTETIC PROJECT per i trattamenti tecnici, MAKE UP FOR EVER per il trucco, ZOYA per gli smalti.

D. E se si chi vuole fare un regalo?

R. Evitiamo i soliti pensieri …. meglio regalare a chi si ama qualcosa di originale, un momento di benessere, una coccola, inoltre con ogni trattamento, servizio o prodotto regalato, si ottiene un buono del valore pari al 20% della spesa effettuata.

Rosalba Angiuli

Ott 5, 2014 - GIORNO E NOTTE    No Comments

Ristorante Al Contrario

10494703_873130012701981_666494541511645499_nPESARO – Il Ristorante Al Contrario sorge nel Parco Naturale del Monte San Bartolo. Dotato di parcheggio interno, area giochi per bambini, ampi spazi verdi, terrazze e sale sia all’interno, con braceria, che all’esterno, sotto un caratteristico portico con travi a vista, Al Contrario è il luogo ideale per passare piacevoli momenti, assaporando ottima carne alla brace e buon pesce, una ricca selezione di vini locali e non, oppure una gustosa pizza.

Dalle sue terrazze sulla Strada Panoramica si può godere della splendida vista mare ed è possibile sostare piacevolmente nelle aree per cocktail e aperitivi, accompagnati da stuzzicheria.

Il Ristorante è rinomato per le sue carni alla griglia, tenere e gustose, con ampia scelta di tagli, esposte per mostrarne all’ospite la qualità. Alla brace c’è Pietro, con anni di esperienza alle spalle, senza dubbio un esperto, capace di consigliare al meglio il cliente. Soprattutto la scelta della cottura è, infatti, importante, perchè dona un caratteristico sapore alla carne, oltre alla tenerezza o croccantezza desiderata, cosa facile quando tutto si svolge con professionalità e con a disposizione varie braci con temperature e fuochi a misura. La carne che viene servita è, senza ombra di dubbio, la migliore per qualità e per taglio. Si passa dalla tradizionale chianina, all’ agnello, agli insaccati, ai fegatini….

Ma oltre alla carne, il Ristorante ha da poco inserito nel suo menu extra, come piatto speciale, anche il pesce fresco, ovviamente sempre di qualità superiore.

Inoltre, Al Contrario è anche pizzeria; nel pieno rispetto della tradizione il pizzaiolo, anche lui grande esperto, ottiene l’impasto con almeno 48 ore di lievitazione naturale che permette allo stesso di raggiungere le corrette dimensioni e avere le caratteristiche di leggerezza ed estrema digeribilità. Tutti gli ingredienti usati per le pizze sono accuratamente selezionati e scelti per qualità e origine biologica. La cottura avviene rigorosamente in forno a legna che le rende perfette e permette di gustarne al meglio la farcitura. Ed oltre ad essere squisita, la pizza viene servita con velocità, per fare in modo che il cliente la mangi calda e l’apprezzi meglio.
Infine da segnalare: il 19 e il 21 settembre Al Contrario organizza due serate a tema, con musica dal vivo, danze latino-americane, balli di gruppo normali e country. A disposizione, oltre al normale menu, anche un menu fisso che comprende antipasto della casa, seguito da pasta o pizza, a soli 9.90 euro, escluso le bevande.
Orario di apertura

Lunedì – Venerdì12:00 – 24:00
Sabato12:00 – 01:00
Domenica12:00 – 01:00

Indirizzo

Str. Panoramica San Bartolo , 215 – 61121 Pesaro (PU)Phone:(+39 ) 0721.581517 Web:http://www.ristorantealcontrario.it
Facebook

Rosalba Angiuli

Pagine:«12345678...638»