Giu 12, 2016 - la tua parola    No Comments

8 giugno 2016, dedicato a mia madre Rosalba Angiuli che ha spento un’altra candelina….

13339561_10209574021217756_3588537855166318908_n

Già, il giorno degli auguri, ma per me è un giorno come gli altri, perché per me te sei il mio sole, neve e tempesta, che affrontiamo tutti i giorni. Io ho mille difetti come figlio, ho creato mille problemi, dallo stadio alla mia vita un tempo sgregolata, al mio farmi e farti del male. Probabilmente quando mi avevi in grembo non avresti pensato a tutti questi macelli, magari eri felice, e anche se leggo ogni volta le tue sofferenze sul tuo volto, sul tuo modo di essere dura e distaccata dalla situazioni “difficili”, sulla tua autorevolezza che spesso mi merito ancora anche a 41 anni suonati, sono fiero di poter passare ancora del tempo con te, perché sei sempre stata la mia famiglia da quando papà e nonna non ci sono più, ma lo eri anche prima, anche se certe cose non si dicono, ma per oggi ho fatto un eccezione e sono tornato a scrivere su facebook. Amo poche cose nella vita, te e il Bologna, e ti dedico questa foto, perché devi sapere che tu sei per me quella luce che mi ha sempre guidato, dunque tieniti in salute e riguardati, perché se quel sole tramonterà non penso che avrò la forza di risvegliarmi. Sei tutta la mia vita

p.s. non te lo aspettavi vero?

8 giugno 2016, dedicato a mia madre Rosalba Angiuli che ha spento un’altra candelina….ultima modifica: 2016-06-12T22:28:22+00:00da pesaro138
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento